Adriana Fiorentini

Adriana Fiorentini

UNA TESTIMONE DI CRISTO IN UNA CHIESA VIVA E NUOVA.

Lunedì 29 febbraio la notizia si è sparsa in fretta: stamani è morta Adriana, Adriana Fiorentini. Tutta la comunità si è stretta in preghiera per la carissima Adriana che, assente fisicamente da anni dal nostro territorio (era ospite dell’Istituto Padre Agostino a Marina di Pisa), era comunque vivissima nella mente, nei pensieri, nel ricordo affettuoso di tanti portallucchesi. Quale gioia si avvertiva nella sua voce e nel suo sguardo quanto riceveva una visita o una telefonata dai suoi fratelli! Sì perché – come ebbe a scrivere – dopo aver vissuto ed essersi laureata a Firenze, dalla metà degli anni ’60 cominciò a frequentare Pisa per motivi di lavoro e “…Ebbi la fortuna di trovar casa a Porta a Lucca, e potei quindi affacciarmi alla parrocchia di Santo Stefano, dove ero venuta ad abitare. Allora mi sentii “a casa”, cioè mi parve di avvertire qui quel senso di Chiesa viva e nuova…”.

Proprio a Santo Stefano (ma non solo!) Adriana ha portato negli anni una testimonianza di fede cristallina, di preghiera, di consacrazione a Cristo a tutto tondo, nel proprio impegno di scienziata nel campo delle neuroscienze, di animatrice e di formatrice nell’ambito della catechesi, di riferimento per la nascita e lo sviluppo dei gruppi di ascolto nella parrocchia, di sorella pronta a condividere le gioie e i dolori con tante famiglie con cui aveva intessuto sentimenti di vicinanza e realtà di comunione…