Purtroppo anche quest’anno…

… Siamo costretti a rinviare la S. Messa di Prima Comunione

Lo diciamo così, in maniera brusca, decisa e anche con dispiacere e con enorme tristezza. Ma la situazione ci ha spinto a prendere questa decisione. Lo abbiamo fatto con rammarico sapendo bene che stiamo deludendo prima di tutto i ragazzi, che da tanto tempo aspettano questo momento, e forse anche i genitori se, per caso, avevano fatto qualche programma in proposito.

Siamo veramente dispiaciuti ma la situazione attuale della pandemia ci ha spinto a fare questa scelta, proprio stasera ne abbiamo parlato insieme ai catechisti e questa ci è sembrata la via da percorrere per garantire una maggiore sicurezza per tutti.

Penso che siamo ben coscienti che in questo momento non abbiamo certezze, non sappiamo come si evolverà la situazione, non sappiamo se fra un mese avremo la possibilità di muoverci, di stare insieme, di celebrare una S. Messa che sia veramente una festa.

Altro motivo che abbiamo tenuto presente: questi ragazzi hanno fatto quasi sempre gli incontri di catechesi non in presenza ma attraverso un collegamento su di una piattaforma social, è mancato completamente l’incontro, il senso del gruppo, l’entusiasmo dello stare insieme.

A questo punto cerchiamo di guardare al futuro e di fare un programma di massima, anche se ancora non possiamo fissare delle date.

Dopo la pausa estiva vogliamo ritrovarci tutti, nessuno deve mancare, e speriamo davvero di farlo in presenza. In quel momento fisseremo delle date. Rimaniamo nella speranza che, grazie alla maggiore copertura dei vaccini, possiamo sentirci tutti più sicuri e avere la possibilità di celebrare con solennità e gioia non solo la Messa di Prima Comunione ma ogni festa, ogni incontro, e ritrovare il senso e la gioia della comunità.

Don Carlo

Articoli correlati