Restauri: abbiamo cominciato a… pagare

lavori in corso

La settimana scorsa abbiamo dedicato qualche parola per far presente a tutti che i lavori, sia al chiesino di S. Lazzaro che a I Passi, sono iniziati. A questo punto, visto che da tanto tempo non ne parliamo, è opportuno parlare anche della situazione finanziaria.

Chiesa I Passi

Come da contratto abbiamo pagato il primo acconto per l’installazione del cantiere (10.000 Euro + IVA), ci è già stato richiesto anche l’acconto per la progettazione e il relativo inter burocratico. Purtroppo abbiamo dovuto chiedere un rinvio perché il Conto Corrente, con il pagamento suddetto, è stato fortemente ridimensionato: sono rimasti appena circa 3.000 Euro indispensabili per far fronte alle spese correnti e per pagare le rate, almeno per qualche mese, del vecchio mutuo aperto due anni fa per l’impianto di riscaldamento e l’illuminazione.

Siamo in attesa di ricevere il primo acconto del finanziamento  garantito dalla CEI (Conferenza Episcopale Italiana), fondi provenienti dall’8xmille. La cifra dovrebbe essere almeno di 88.000,00 Euro, il 15% del totale.

Cogliamo l’occasione per ringraziare quanti hanno firmato perché l’8xmille venisse destinato alla Chiesa Cattolica e, dal momento che siamo in periodo di dichiarazione dei redditi, ricordiamo che dovremmo sentirci tutti chiamati a porre questa firma in favore della Chiesa Cattolica. Il consistente aiuto che ci è stato garantito è la conferma che questi soldi non scompaiono nelle pieghe di una burocrazia anonima ma vengono destinati concretamente agli obiettivi dichiarati: cioè al sostegno della carità, della Pastorale, e dell’edilizia per il culto.

Comunichiamo che abbiamo aperto un Conto Corrente dedicato esclusivamente a questi lavori, con la possibilità di Scoperto di Conto, su questo verranno versate le quote del finanziamento CEI ed eventuali offerte.

Anche se ovvio, ripetiamo l’invito a collaborare al restauro della nostra chiesa: ognuno può contribuire con offerte una tantum o in maniera sistematica, per es. con una quota fissa con disposizione permanente dal proprio Conto Corrente, libera e sempre revocabile.

Questo è l’IBAN su cui versare le proprie offerte:  IT44 G 05034 14026 000 000 00 2979

Campanile Chiesino

Qui il discorso è più breve: per quanto riguarda i lavori c’è da aggiungere, a quanto già scritto la scorsa settimana, che a breve verrà installata la fasciatura metallica per la messa in sicurezza del campanile.

Per quanto riguarda i pagamenti abbiamo versato un piccolo acconto all’ingegnere progettista (677 Euro). E’ arrivata la fattura di acconto per apertura cantiere di 5.500,00 Euro: ancora da pagare perché a scadenza un mese.

Appena messa la fasciatura metallica verranno rifatti gli intonaci e alla fine rimesse le campane. I tempi non dovrebbero essere lunghi e… neppure i pagamenti.

Articoli correlati