Restauri: il punto sui lavori

Una domanda che probabilmente molti si stanno facendo: “ma i tanto decantati lavori vanno avanti?”.  Certo che vano avanti, anche se di fuori o da lontano si vede ben poco.

E’ il momento opportuno per dire che cosa è stato fatto finora anche se, come detto, non molto si vede.

I  Passi

Da lontano adesso si vede la gru, alta più di 30 metri. Così alta perché devono intervenire su tutto il campanile e quindi è stato necessario installare una gru che lo superasse in altezza. Quanti si sono avvicinati al cantiere dietro la chiesa hanno potuto vedere che è stato scaricato molto materiale, che è stata fatta una platea in cemento armato dove posizionare la gru e per il montaggio di questa è stato necessario l’intervento di una gru semovente di 50 metri.

Ma questo non è l’unico intervento: all’interno della chiesa hanno iniziato a montare i ponteggi e, nel momento in cui stiamo scrivendo, sono arrivati al lucernario; questo tra poco sarà smontato e i ponteggi proseguiranno in altezza per arrivare fino in cima al campanile.

Era necessario tutto questo lavoro? Diciamo chiaramente che era indispensabile perché, come scritto tempo addietro, il cemento armato del campanile è davvero in pessime condizioni e richiede consistenti lavori di ripristino per non correre il rischio che il campanile diventi irrecuperabile.

 

Il campanile del chiesino

Qui i ponteggi si vedono bene dall’esterno ma ci sono altri aspetti che merita descrivere, anche se in maniera sintetica.

Oltre al ponteggio che si vede dall’esterno, ne è stato montato un altro anche all’interno, per avere un piano di appoggio per lavorare in sicurezza intorno al campanile.

Sono state tolte le campane e portate via per adattare gli attacchi ai nuovi motori. Le due piccole campane sono state fuse una nel 1896 e l’altra nel 1456, quindi è molto antica. Daremo maggiori notizie quando verranno riportate.

È stato tolto tutto l’intonaco dal campanile e mentre veniva effettuato questo intervento c’è stata una brutta sorpresa, il campanile si muove perché, oltre che nei già noti punti di rottura, è staccato sia alla base che dalla parete di controventatura. Si è reso indispensabile installare una imbracatura provvisoria  di Tubi Innocenti per proseguire il lavoro in sicurezza. Il campanile verrà messo in sicurezza, come già previsto, da una cintura metallica che varrà ricoperta dall’intonaco.