Lavori in corso

lavori in corso

Il punto della situazione

In una comunità, come in una famiglia, è normale che tutti siano a conoscenza della situazione della casa, se tutto funziona, se tutto è a posto, se ci sono problemi, se ci sono riparazioni da fare e, nel caso di interventi più impegnativi, se le finanze lo permettono.

Ecco allora alcune informazioni sulle nostre strutture perché tutti siano a conoscenza di quanto è stato fatto negli ultimi mesi. Non le abbiamo date fino a questo momento per un motivo molto semplice: quando a Settembre riprendono le attività vengono proposte molte iniziative, ovvio che anche sul nostro “Foglio Incontri” si dia spazio prima di tutto a queste perché sono le attività  finalizzate al nostro obiettivo principale, quello pastorale; le strutture sono soltanto degli strumenti. Adesso diamo spazio anche a queste perché è da Maggio che non ne parliamo.

Innanzitutto dobbiamo dire che i lavori in programma sono terminati.

Ricordiamoli brevemente:

Cappella sul Viale Giovanni Pisano

  • Rimozione dell’Eternit dalla copertura
  • Installazione della linea vita
  • Impermeabilizzazione del tetto

Oltre questi interventi già programmati ne sono stati fatti altri perché indispensabili:

  • Eliminazione della siepe sul lato strada, troppo alta e ormai secca in molti punti
  • Rimozione della rete e della siepe sul lato sinistro della Cappella e installazione di una nuova rete
  • Rifacimento del cordolo
  • Tinteggiatura della recinzione sul lato strada (grazie di nuovo ad Alberto)

Canonica e salone parrocchiale

  • Sistemazione della pavimentazione presso il cancello
  • Sostituzione della gronda e delle calate del salone
  • Riparazione del pavimento in cima alle scale e della parete all’interno della mensa danneggiati dalle infiltrazioni d’acqua.

 

La situazione finanziaria

Ovviamente tutti questi interventi hanno comportato un costo aggiuntivoa quanto preventivato non indifferente, tanti si chiederanno: “siamo in grado di coprire tutte le spese?”.

Con il nostro bilancio avevamo previsto di saldare i lavori in programma entro la fine dell’anno ma gli interventi non programmati inizialmente, ci creeranno uno scoperto in banca di circa 12.000,00 Euro. Ma, oltre a questi già effettuati, abbiamo davanti altri interventi che non possiamo rimandare che faranno aumentare ulteriormente il nostro debito.

 

La casa di Caprona

Abbiamo già comunicato che siamo rientrati nella casa di Caprona, diversi di noi hanno potuto constatare in quali condizioni è stata lasciata. Per utilizzarla, e non possiamo fare altrimenti, sono indispensabili diversi interventi. C’è bisogno sia di volontari che di ditte specializzate. Troppo lungo entrare nei dettagli, chi vuol vedere ci farà cosa gradita se viene di persona.

Una volta sistemata la struttura, per poterla utilizzare, dovremo acquistare un minimo di arredamento.

Come si può vedere da questa descrizione sintetica, le spese saranno diverse e per il momento non quantificabili.

 

Chiesa de I Passi

Presentazione della situazione finanziaria prossimamente

 

 

 

Articoli correlati