Una piccola condivisione

Venerdì scorso – primo venerdì del mese – mi sono recato nel Chiesino. Era esposto per la preghiera il Santissimo Sacramento. Appena entrato ho notato nell’ultima panca un signore – un ospite della Mensa di S. Stefano – che stava sdraiato e dormiva.

Lì per lì ho sentito un certo senso di irriverenza verso il Santissimo e forse, anche una certa diffidenza verso questo signore. Poi, però, c’ho ripensato e mi sono detto: «ancora una volta sono caduto nella trappola dell’ipocrisia! Come posso avere questi sentimenti?». E, con grande tranquillità mi sono seduto a pregare perché con me c’era Gesù presente e vivo sia nel Santissimo Sacramento sia nel povero che dormiva nel Chiesino, ritemprandosi un po’ dal freddo e dalla pioggia là fuori.

Un parrocchiano

Articoli correlati