Avvento 2020

Inizia con questa Domenica il tempo liturgico dell’Avvento: mai come quest’anno desideriamo vivere con intensità questo tempo forte dell’Anno Liturgico. L’Avvento, infatti, è tempo di speranza, di preghiera, tempo nel quale siamo chiamati a riscoprire l’importanza e il valore dell’attesa: il cristiano, infatti, ogni giorno vive l’attesa del ritorno glorioso del Signore Gesù. «Avvento» significa «venuta», ma la «venuta» a cui la liturgia fa riferimento non è quella della nascita di Gesù (Gesù è già nato, non c’è da attendere questo evento), ma quella della sua parusia!

Come comunità abbiamo scelto di caratterizzare l’Avvento 2020 con due segni: la corona dell’Avvento e le sottolineature dei cambiamenti della nuova edizione del Messale Romano.

Sia a S. Stefano, sia a I Passi, sia a S. Pio X avremo la «corona dell’Avvento» e ogni domenica – dopo l’atto penitenziale – ci sarà il rito di accensione della candela: una per ognuna delle quattro domeniche di avvento.

Una volta accesa la candela faremo poi l’altro segno: appenderemo a un pannello disposto accanto all’altare di tutte e tre le chiese un piccolo cartello su cui sono scritte alcune delle parti cambiate con la nuova edizione del Messale Romano:

  • Prima Domenica: «Fratelli e sorelle», in riferimento all’atto penitenziale
  • Seconda Domenica: «La rugiada del tuo Spirito», in riferimento alle parole della Preghiera Eucaristica II (prima era «l’effusione del tuo Spirito»)
  • Terza Domenica: «Non abbandonarci alla tentazione», in riferimento al Padre Nostro (prima era «non ci indurre in tentazione»)
  • Quarta Domenica: «Beati gli invitati alla cena dell’Agnello», in riferimento alle parole con cui il Sacerdote presenta all’assemblea il pane consacrato prima di distribuire la comunione (prima era «beati gli invitati alla cena del Signore»).

Dal punto di vista delle altre importanti celebrazioni dell’Avvento, abbiamo condiviso con il Consiglio Pastorale di attendere gli esiti dei nuovi DPCM: in particolare ci riferiamo alla Novena di Natale e alla Messa di Mezzanotte. Per il momento ci siamo orientati per fare due novene: la prima alle 17.00 alla Chiesa di S. Pio X, animata dai gruppi di catechismo; la seconda alle 21.00 in S. Stefano, animata dagli adulti (così anche con il «coprifuoco» alle 22.00 non ci dovrebbero essere problemi). Ovviamente ciascuno può scegliere a quale novena partecipare, indipendentemente dai gruppi che animano. Circa la Messa di Mezzanotte, invece, dobbiamo ancora attendere per poter prendere una decisione.

Il tempo che si apre di fronte a noi è tempo di grazia, è un’occasione preziosa per riscoprire il nostro rapporto con Dio, il nostro impegno nella famiglia, nella comunità e nel mondo!

Non lasciamoci sfuggire questa occasione.

A questo proposito ricordiamo che, per le Confessioni, è sempre possibile concordare un appuntamento sia con don Carlo (339.6421989) sia con don Federico (340.2922947): si tratta semplicemente di telefonare (o anche inviare un SMS o un WhatsApp).

Buon cammino di Avvento a tutti… e a ciascuno!

Don Carlo e Don Federico

 

Articoli correlati